FONDAZIONE CASTIGLIONI | Sorgente virtuale Gibigiana

A chiunque si stia chiedendo cosa ci sia da fare in questi ultimi giorni di calura milanese prima di partire per le tanto desiderate ferie, segnaliamo una mostra che è stata descritta come “la più bella della stagione”. E noi non possiamo che confermare.
Si tratta di “Sorgente virtuale gibigiana” e si trova presso la Fondazione Achille Castiglioni.
Da quest’anno la Fondazione si presenta con un’immagine tutta nuova grazie al logo disegnato da casostudio e, insieme a questo rinnovamento, si propone di aprire parte dell’archivio di progetti così da renderli fruibili prima che la catalogazione venga completata. E mai idea fu più utile, soprattutto se si pensa che l’attività progettuale di Achille, negli spazi di Piazza Castello, è iniziata nel 1962 ed è terminata nel 2002: quaranta intensissimi anni di storia del design italiano.
Così, dopo la prima mostra dedicata a “L’altra metà dell’ avanguardia” in cui abbiamo conosciuto e apprezzato Lea Vergine, storica dell’arte e donna di gran carattere e fascino, giovedì 27 Giugno ci siamo prese del tempo per andare ad ascoltare Paolo Ferrari e Marco Pezzolo, entrambi coinvolti in prima persona nel progetto della Lampada da tavolo Gibigiana.
Ad accoglierci, un ingresso che è un’opera d’arte. Un sapiente e delicatissimo gioco di luci e riflessi che indirizzano l’attenzione sul significato della parola Gibigiana (anzi, Gibigianna!).

image001

Forse a primo acchito si può pensare che intervenire in luoghi così suggestivi, come quelli dello Studio, sia un po’ come “vincere facile”, perchè ambienti così intrisi di storia e di significato siano già una scenografia che basta a sè stessa. E invece questa è proprio una delle sfide: riuscire a inserirsi con rispetto, senza strafare, senza coprire, ma enfatizzando un contenuto specifico nel “contenitore” di sempre, facendo interagire tra loro oggetti e storie diversi. Non è semplice.
Marco Marzini ci è riuscito e il risultato è un allestimento leggero, così leggero che tocca terra molto poco (proprio com’è evidente dalla sua cifra stilistica) e nel contempo così dettagliato che funge da lezione. Una bella lezione.
Non vogliamo svelare troppo, nè mostrare immagini…
Il nostro consiglio è di prendervi un’oretta di tempo e di andare in Fondazione, magari un giovedì sera, prenotando ai contatti che segnaliamo qui di seguito, e di chiudere la vostra giornata con un sorriso e con una luce diversa negli occhi. Che di questo, ne siamo certe, c’è sempre bisogno.

LA MOSTRA SARà APERTA AL PUBBLICO FINO AL 12 AGOSTO

Piazza Castello, 27
20121 Milano
tel: 02 805.3606 | fax: 02 805.3623
@: info@achillecastiglioni.it
Si effettuano visite guidate solo su prenotazione:
dal martedì al venerdì, alle ore 10.00 – 11.00 – 12.00
giovedì sera con visite guidate alle 18:30 – 19:30 – 20:30

D.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: